Direttive

Vi ricordiamo che i toner delle stampanti contengono oltre al carbonio, ferro e rame anche piccole percentuali di diversi altri elementi. Si tratta essenzialmente di tracce di titanio, cobalto, nichel, cromo, zinco, stronzio, zirconio, cadmio, stagno, tellurio, tungsteno, tantalio e piombo *.

Come tutti i rifiuti, anche i moduli per i toner devono essere smaltiti in modo rispettoso dell’ambiente, indipendentemente dal fatto che sottostanno o meno alle disposizioni dell’ORSAE.